C.Ar.D – Contemporary Art & Design
 
 
 

QM Logo 

 

rsz consorzio agrario di agazzano nari ward 04

 

C.Ar.D – Contemporary Art & Design

Prosegue fino al 9 ottobre 2016 la rassegna biennale d’arte e design contemporanei tra le colline piacentine

 

Per l’ultimo mese di programmazione la rassegna si arricchisce di nuove iniziative.

Ogni domenica pomeriggio, dall’11 settembre al 9 ottobre, Paolo Baldacci (11 e 25 settembre e 2 ottobre) e Franco Raggi (18 settembre e 9 ottobre), curatori rispettivamente della sezione arte e della sezione design, accompagneranno i visitatori nel percorso delle mostre. La visita è gratuita, inizierà alle ore 15.30 dal Consorzio Agrario di Agazzano e terminerà entro le ore 19.00. I visitatori dovranno essere dotati di un proprio mezzo di trasporto.

Inoltre, mercoledì 7 settembre (alle ore 16.00), giovedì 8 settembre (alle ore 9.30) e venerdì 9 settembre (alle ore 19.45) verranno trasmesse sulle frequenze di Sky Arte HD le repliche del documentario dedicato dall’emittente televisiva alla seconda edizione di C.Ar.D., l’avvincente percorso d’arte sulle colline piacentine.

L’itinerario di C.Ar.D. quest’anno si snoda lungo un’area geografica quasi incontaminata del paesaggio collinare e montano a sud del Po, al confine tra l’Appennino emiliano e quello ligure, tra i comuni di Agazzano, Nibbiano, Piozzano e Pianello Val Tidone, toccando siti di archeologia industriale e rurale dismessi che vengono restituiti all’accesso del pubblico. Grazie a una formula ormai consolidata, luoghi di interesse storico-artistico normalmente non agibili o non facilmente visitabili, sono stati riscoperti e riqualificati attraverso il dialogo con importanti opere d’arte e di design contemporanei; in molti casi veri e propri progetti site-specific pensati per gli spazi dell’itinerario e realizzati in loco dagli artisti.

Anche quest’anno C.Ar.D. mette i visitatori a diretto contatto con alcuni dei più innovativi e stimolanti esponenti dell’arte e del design contemporanei a livello internazionale. Gli artisti Lucas Blalock, Ulrich Egger, Joe Fyfe, Invernomuto (Simone Bertuzzi e Simone Trabucchi), Matt Keegan, Anna K.E. e Florian Meisenberg, Maria Morganti, Patricia Treib, Nari Ward, Chris Wiley, e i designer Martine Bedin, Sergio Maria Calatroni, Matali Crasset, Giulio Iacchetti sono stati invitati a confrontarsi con la storia e il fascino austero di consorzi agrari, cascine, oratori, bocciodromi e magazzini: testimonianze di vita e cultura disseminate tra località e frazioni che contano talora poche centinaia di abitanti, in un territorio che viene così riletto in una nuova ottica con la proposta di interventi artistici attuali e capaci di forte comunicazione. L’obiettivo di C.Ar.D. è quello di coinvolgere il pubblico nei linguaggi dell’arte contemporanea che meglio esprimono la realtà in cui viviamo, spesso drammatica e difficilmente comprensibile, ma sempre offrendo una prospettiva di redenzione poetica e di fiducia nei valori dell’uomo.

Nato da un’idea e a cura di Paolo Baldacci e Daniela Volpi, con la collaborazione di un comitato scientifico internazionale composto da Cristina Baldacci, Giacinto Di Pietrantonio, James Hyde, Barney Kulok per la parte arte e Franco Raggi per la parte design, C.Ar.D. – Contemporary Art & Design è un progetto promosso dall’associazione no-profit Amici di C.Ar.D., in collaborazione con Giulia Pellegrino e Donatella Volonté.

Realizzato in partenariato con gli enti pubblici e privati del territorio, C.Ar.D. prevede non solo attività espositiva ma anche workshop e residenze temporanee per artisti che hanno realizzato lavori site-specific, come Sergio Maria Calatroni, la coppia Anna K.E. e Florian Meisenberg e Nari Ward.

Inolte, in occasione di C.Ar.D. 2016, nel cuore di Pianello Val Tidone, con due vetrine su via Roma, è stata inaugurata la sede di C.Ar.D. Point, centro di informazione e aggiornamento sui progetti in corso, e spazio espositivo permanente di opere d’arte e di design degli artisti partecipanti alle varie edizioni. Nei locali di C.Ar.D. Point si tiene, in contemporanea con le altre mostre, la personale di un giovane artista promettente e ancora poco conosciuto, proposta selezionata e curata a turno da un membro del comitato scientifico di consulenza di C.Ar.D.

Per l’edizione C.Ar.D. 2016 è stato scelto il pittore americano Nick Stolle (Decatur, Illinois, 1982), residente a Brooklyn, che espone dieci opere astratte selezionate e presentate da James Hyde, già protagonista di C.Ar.D. 2014 e membro del comitato.

Per tutta la durata di C.Ar.D. 2016 gli spazi espositivi saranno aperti al pubblico ogni venerdì (ore 15.00-19.00), sabato (ore 10.00-19.00), e domenica (ore 10.00-19.00) e saranno visitabili gratuitamente.

A partire da metà settembre sarà inoltre disponibile il catalogo di C.Ar.D. Contemporary Art&Design 2016, a cura di Cristina Baldacci, con testi in italiano e inglese di Cristina Baldacci, Paolo Baldacci, Martine Bedin, Sergio Maria Calatroni, Matali Crasset, James Hyde, Giulio Iacchetti e Franco Raggi. Il volume, edito da Scalpendi Editore, con progetto grafico di Marco Strina e fotografie di Marco De Scalzi, sarà disponibile per il pubblico al prezzo di copertina di 20 euro.